Colazioni romane del mio cuore

Non so voi, ma quando mi sveglio al mattino a me non viene spontaneamente voglia di vivere. Ho bisogno di motivazioni valide  per infilarmi le scarpe ed uscire ad affrontare il mondo: per esempio, viste scenografiche, croissant sfogliati a mano, miscele ricercate. Questi i miei indirizzi preferiti quando sono a Roma, perché per iniziare bene la giornata ci vuole coraggio, un barista comprensivo e tanto zucchero.

La Portineria eclairs-2016.jpg Ambiente conviviale, arredato con materiali di recupero e molto giovane come i suoi “papà”, il food designer Ciro Caldieri e il pluripremiato (e’ stato anche campione mondiale juniores di pasticceria) pastry chef Gian Luca Forino.  In zona Porta Pia, potete gustare le dolcezze (ma non solo, Portineria e’ anche pranzo, merenda salata, aperitivo, cena) fatte in casa nei laboratori a vista “senza trucco e senza inganno”: dalle praline al cioccolato ai biscotti, persino i succhi di frutta realizzati senza conservanti e zuccheri aggiunti, sono home made. Ho adorato tanto tanto il cappuccino, i croissant alla crema e la focaccia, ma provate anche la Sacher ai Lamponi, premiata pure dal Gambero Rosso.

http://www.laportineria.it 

Panella, l’arte del pane export.1.1195081.jpg--.jpgUn dehor che pare Parigi, invece è  via Merulana. Forno attivo da un centinaio di anni, miscela realizzata in esclusiva dalla Torrefazione Circi, una bellissima macchina per il caffè verticale Victoria Arduino, il Panellino (caffè servito con crema di zabaione, cacao e panna e salsina a scelta tra cui pistacchio, gianduia, cioccolato fondente e arancia), lieviti artigianali, pizza ripiena di mortadella (si, di mattina, only Funari can judge me). Insomma, una garanzia.

http://www.panellaroma.it 

Grue’ SAM_1305-640x426Caffetteria, pasticceria, cioccolateria, gelateria dei giovani Marta Boccanera e Felice Venanzi, vincitori del Premio Pasticcere Emergente del Gambero Rosso 2017. Materie prime al top (burro di latteria, lievito madre, bacche di vaniglia del Madagascar), nessun semilavorato e tutto, dai cornetti ai macarons al pane per i tramezzini, e’ prodotto artigianalmente nel laboratorio sottostante il locale.

ColbertAgrodolce Bistrot all’interno di Villa Medici, sede dell’Accademia di Francia. I dolci sono curati da Fonderia, pasticceria romana in quel di Prati: pasticceria, caffè, omelette nel giardino dei limoni con vista su Trinità dei Monti, non so se rendo l’idea.

http://www.caffecolbert.it

Roscioli Cafe’ 72651-roscioli-café-bancone.jpgIl fratello più piccolo (per ordine di tempo) dello storico forno Roscioli, in zona Campo de’ Fiori Classiche paste romane (parlo di te, maritozzo) rivisitate e prodotte nel laboratorio sul retro, cappuccini e una super macchina manuale  per il caffè, modificata appositamente per gestire miscele  diverse, di cui ne esistono solo 5 esemplari al mondo, denominata “a doppiometodo”. Per l’espresso, il prodotto selezionato è ‘ il Giamaica Caffè  di Gianni Frasi, mentre per il caffè filtro si usano, a rotazione, diversi Specialty Coffee, caffe’ dalla Svezia, dalla Germania, dall’Inghilterra, ma soprattutto quello prodotto da Rubens Gardelli, il miglior torrefattore italiano.

http://www.rosciolicaffe.com

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s